Come disintossicarti dopo le feste!

 

Ti senti stanco, gonfio, soffri di emicrania e sei di cattivo umore?

E’arrivato il momento di disintossicarti!

 

Come promesso vi darò alcuni consigli su come disintossicarsi dopo le feste.

Prima di tutto liberatevi dallo zucchero semplice cioè dallo zucchero contenuto in dolciumi vari. Regalate gli ultimi panettoni di Natale, cioccolate e caramelle della calza della Befana ai bambini che conoscete (a loro sono concessi con moderazione!).

Bevete tanta acqua: bere acqua e consumare pasti liquidi deve essere la vostra priorità giornaliera. All’acqua potete aggiungere del limone spremuto oppure potete preparare delle tisane al gusto che preferite o thè verde oppure potete aggiungere alcune gocce di depuranti pronti all’uso a base di cardo mariano, fumaria, pilosella, tarassaco, etc. , insomma piante che aiutano fegato e reni a ripulirci dalle tossine accumulate.

 

Consumate pasti piuttosto liquidi: preferite zuppe di verdure, minestroni piuttosto liquidi, brodi vegetali fatti in casa con verdure che preferite.

Evitate le patate, i legumi e i passati di verdura se avete l’intestino che brontola oppure se avete la dissenteria.

Al contrario, preferite i passati di verdura ricchi di acqua se soffrite di stitichezza.

Via libera a carciofi, cicoria, sedano.

Limitate il glutine contenuto in pasta, pane, grissini, fette biscottate, etc. a favore di riso integrale o rosso o nero.

Vanno bene anche miglio o quinoa se vi piacciono oppure farro, orzo, avena se non vi creano fastidi intestinali oppure pasta di farro o kamut che contengono poco glutine.

Evitate latte e latticini: formaggi vari, burro, panna, besciamella. Preferite latti vegetali di avena o riso senza zuccheri aggiunti e naturali. Preferite formaggi a base di soia o riso se vi piacciono.

 

Preferite frutta fresca:

avocado, lime, mele , agrumi

Le mele vanno consumate crude se avete l’intestino che funziona bene oppure se avete la dissenteria altrimenti, se siete stitici, meglio mele cotte con un po’ di acqua e qualche goccia di limone a cui potete aggiungere alcuni bastoncini di crusca, cannella (se non soffrite di reflusso gastrico) e uva passa se vi piace. L’ideale sarebbe consumarle calde o tiepide in modo da stimolare l’intestino.

Via libera ad arance, clementine, mandarini o spremute se non vi creano acidità di stomaco.

Di solito le clementine sono ben tollerate anche da chi soffre di gastrite.

Preferite frutta secca:

noci, nocciole, anacardi, pistacchi e arachidi non salati, mandorle, noci brasiliane.

Consumata negli spuntini o come sostituto del pane o a colazione.

Se siete sensibili al nichel, è meglio evitarla oppure limitarla.

Se siete dei soggetti allergici è meglio evitarla per non avere spiacevoli reazioni.

Preferite carni bianche:

pollo, tacchino, coniglio

Consumata almeno 1 volta al giorno a pranzo o a cena.

Preferite pesce:

salmone, tonno, spada, sgombro, alici sono i migliori per quanto riguarda i gassi buoni (Omega3) in essi contenuti se non fosse che risultano un po’ difficili da digerire.

Vanno bene anche merluzzo, sogliola, orata e branzino meglio non di allevamento.

Consumato almeno 1 volta al giorno a pranzo o a cena in alternativa alla carne.

Evitate bibite gasate, succhi di frutta, vino, birra.

Evitate salse varie come maionese, ketchup, senape.

Non vi resta che mettere in pratica!

Lasciate pure un commento all’articolo o scrivetemi se avete bisogno di chiarimenti oppure contattatemi al  3495823384 se volete fissare un appuntamento.